Al via il progetto AMORE

Unidata prende parte al progetto, finanziato dalla Regione Lazio, per la diffusione delle applicazioni IoT con tecnologia LoRa nella regione Lazio.

Unidata, in collaborazione con 5EMME Informatica ed il centro di ricerca CNIT (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni), ha dato inizio al progetto AMORE (Advanced Manufacturing e microelettronica per Ottimizzare le REti wireless delle cose). Il progetto è cofinanziato dal POR FESR Lazio 2014-2020, all’interno dell’Avviso pubblico KETs – Tecnologie abilitanti, che mira a favorire la riqualificazione settoriale, lo sviluppo delle filiere e rafforzare la competitività del tessuto laziale, favorendo l’applicazione di tecnologie abilitanti.

Il contributo finanziario erogato dalla Regione Lazio a sostegno del progetto ammonta complessivamente a 437.596 € e mira a promuovere l’evoluzione del ruolo dei piccoli e medi Internet Service Provider e System Integrator TLC laziali. In un mercato di servizi di accesso alla rete oramai ampiamente consolidato, AMORE punta a differenziare gli ISP laziali trasformandoli da “operatori delle persone” a “operatori delle cose”, il progetto è incentrato su due punti cardine:

Progettazione e sviluppo ed applicazione di nuove tecnologie, componenti, microelettroniche e AMS (Advanced Manufacturing System) applicate a dispositivi e infrastrutture per l’Internet delle cose (Internet of Things) – ovvero tecnologie e scenari alla base della quarta rivoluzione industriale attualmente in corso, comunemente denominata industria 4.0.

Investimenti Materiali per dotare entro il 2020 i principali comuni Laziali di una rete IoT innovativa.

La sfida tecnologica consiste nello sviluppo di soluzioni flessibili, scalabili e controllabili, in grado di interconnettere e gestire i numerosissimi dispositivi alla base di processi sempre più complessi e distribuiti, e far fronte ad un impiego sempre più pervasivo e capillare di dati ed informazioni automaticamente acquisiti da essi. Obiettivo ultimo di AMORE è la progettazione, lo sviluppo e la validazione di scenari applicativi industriali di una rete wireless IoT Low Power Wide Area (LPWA) LoRa laziale. Per conseguire questo obiettivo, il progetto si concentrerà su quattro aree specifiche di Ricerca & Sviluppo:

Microelettronica per dispositivi IoT: un System On Module controllato da una macchina a stati finiti, per massimizzare dinamicamente le performance radio.

Controllo e gestione della rete, mediante sviluppo di un network controller e relativi algoritmi atti a coordinare ed ottimizzare l’accesso tra le stazioni gateway, in modo da sfruttare la distribuzione spaziale degli oggetti e minimizzare l’interferenza tra trasmissioni simultanee.

Big data real-time analytics, per profilazione e analisi comportamentale scalabile dei dispositivi distribuiti sull’intero territorio laziale (a regime, anche fino a decine milioni), e rilevamento di anomalie e cyber-attacchi emergenti di tipo distributed denial of service (DDOS).

Data forwarding, mediante sviluppo di un modulo “network server” altamente scalabile per la gestione dei gateway, analisi e filtraggio delle unità dati in transito (deduplicazione, statistiche radio ed interferenza, etc), gestione degli aspetti crittografici e protocollari relativi alla sicurezza, e supporto di scenari multi-tenant di connettività verso server di terze parti e fornitura di funzionalità a valore aggiunto (SLA monitoring, statistiche, etc).