La lavatrice a portata di trolley

Il problema principale dei viaggi mordi e fuggi? Ovviamente la difficilissima preparazione del bagaglio a mano. In primis, la scelta della dimensione del trolley, che per rispettare peso e grandezze concesse dalle compagnie aeree di anno in anno si riduce sempre di più. Seconda problematica, non in ordine di importanza, l’ardua selezione del guardaroba.

Proprio in questo scenario, l’azienda Milanese Kiwi Design offrirà una soluzione innovativa e divertente: gestire lo spazio interno della valigia diventa un problema? Dover selezionare i capi di abbigliamento contandoli minuziosamente è un grattacapo? Nessun problema, è in arrivo la Mini Lavatrice Portatile.

Innovazione o flop

Con il suo stile di design minimal e le sue grandezze contenute, paragonabili a quelle di una bottiglietta d’acqua, occupa uno spazio minimo all’interno del bagaglio, permettendo quindi a chi compie tratte brevi di sanificare l’intimo quotidiano giornalmente in tempi che variano tra i 15 e i 30 minuti.

Oltre alle misure ridotte, il vantaggio sta nella tecnologia utilizzata, che non basandosi sul risciacquo ad acqua con detersivi o saponi appositi, ma focalizzandosi sull’asciugatura e sulla sanificazione ad alte temperature che quindi abbatte germi e batteri, riduce ogni tipo di problematica permettendo il lavaggio e il riutilizzo degli indumenti anche durante la stessa giornata.

Riuscirà a posizionarsi quale prodotto utile e rivoluzionario per i viaggiatori, nel panorama delle tratte brevi?

Fonte gqitalia.it



Call Now Button