Ricerca & Sviluppo

Progetti

AMORE

Progetto di ricerca e sviluppo in ambito IoT e Big Data per la realizzazione ed ottimizzazione di una rete dedicata agli oggetti smart. Il progetto è co-finanziato dalla Regione Lazio con le risorse del POR FESR 2014-2020

IPSE PARSIT

Progetto di ricerca e sviluppo in ambito IoT e Big Data per la realizzazione di un sistema innovativo di publish subscribe nel settore dell’Economia Circolare applicato alla raccolta di rifiuti e al terzo settore. Il progetto è co-finanziato dalla Regione Lazio con le risorse del POR FESR 2014-2020

PROGETTO AMORE

Advanced Manufacturing e microelettronica per Ottimizzare le REti wireless delle cose
Partner di progetto:
Progetto co-finanziato da:
Il progetto AMORE mira al riposizionamento competitivo dei piccoli e medi  ISP Laziali, portandoli dall’essere “operatori  delle persone” a “operatori delle cose”, investendo nella creazione di una innovativa rete IoT LPWA LoRa che possa gestire in maniera ottimale decine di milioni di devices nella stessa area urbana.
Obiettivo della proposta è la progettazione, sviluppo, messa in campo e validazione in scenari applicativi industriali di una rete wireless IoT Low Power Wide Area (LPWA) LoRa laziale. Per conseguire questo obiettivo, il progetto si concentrerà su quattro aree specifiche di ricerca e sviluppo:

  • Microelettronica per end devices: un System On Module controllato da una macchina a stati finiti, per massimizzare dinamicamente le performance radio.
  • Controllo e gestione della rete, mediante sviluppo di un network controller e relativi algoritmi di scheduling atti a coordinare ed ottimizzare l’accesso tra le (numerose, fino a 500 a regime) stazioni gateway (radiobase), in modo da sfruttare la distribuzione spaziale degli oggetti e minimizzare l’interferenza tra trasmissioni simultanee, ed includere constraint temporali per applicazioni time-critical
  • Big data real-time analytics, per profilazione e analisi comportamentale scalabile dei dispositivi distribuiti sull’intero territorio laziale (a regime, anche fino a decine milioni), e rilevamento di anomalie e cyber-attacchi emergenti di tipo distributed denial of service (DDOS) (ex: attacchi DDOS da “botnet” IoT Mirai – https://www.americansecurityproject.org/the-rise-of-iot-botnets)
  • Data forwarding, mediante sviluppo di un modulo “network server” altamente scalabile per la gestione dei gateway, analisi e filtraggio delle unità dati in transito (deduplicazione, statistiche radio ed interferenza, etc), gestione degli aspetti crittografici e protocollari relativi alla sicurezza, e supporto di scenari multi-tenant di connettività verso server di terze parti e fornitura di funzionalità a valore aggiunto (SLA monitoring, statistiche, etc)

A tali attività tecniche, il progetto affiancherà:

  • Attività di analisi di scenari applicativi e casi d’uso, e relativa identificazione di requisiti
  • Specifiche e progettazione dell’architettura del sistema
  • Sviluppo dei componenti software ed hardware, ed integrazione degli algoritmi di controllo avanzati
  • Dimostrazione in campo del sistema integrato e applicazione a scenari rappresentativi, tra cui smart metering energetico e profilatura ed ottimizzazione dei consumi per green economy.
Il progetto ha ricevuto un finanziamento dalla Regione Lazio pari a 437.596 Euro.
PROGETTO IPSE PARSIT

IoT Publish Subscribe Environment – Per la gestione Avanzata di Riciclo, Smaltimento, Informazioni ai cittadini e Tracciabilità
Partner di progetto:
Progetto co-finanziato da:
Il progetto IPSE PARSIT (acronimo di IoT Publish Subscribe Environment – Per la gestione Avanzata di Riciclo, Smaltimento, Informazioni ai cittadini e Tracciabilità) è rivolto alla realizzazione di una piattaforma tecnologica digitale per servizi e device LPWA che consenta il controllo ottimale dei processi propri dell’economia circolare.
L’intento è quello di promuovere un market place che stimoli la nascita di nuovi modelli di business e che permetta la tracciabilità e la misurazione del livello di circolarità di un prodotto. La piattaforma verrà utilizzata in scenari concreti, quali la raccolta dei rifiuti e le donazioni caritatevoli. L’idea del MARKET-PLACE di IPSE PARSIT si basa sul concetto di servizio PUBLISH SUBSCRIBE e sul concetto architetturale di uno spazio da noi denominato CRADLE SPACE, per ovvi motivi visto il contesto Cradle To Cradle, ovvero l’idea di progettare sistemi adattando i modelli industriali alla natura in modo da ricondurre i materiali usati ad elementi naturali, atti quindi a rigenerarsi.
Il progetto potrà portare a vantaggi quali:

  • un meccanismo nella filiera di PUBLISH SUBSCRIBE in grado di generare un MARKET PLACE.
  • tale meccanismo di PUBLISH SUBSCRIBE è implementabile tramite micro-servizi elementari a cui si possono associare transazioni, transizioni, tracciabilità, monetizzazioni nella catena del valore, indici di misurabilità.
  • l’architettura basata su CRADLE SPACE permette di gestire tutti i singoli cicli applicando alle transazioni regole omogenee (merceologiche, di monetizzazione, di QoS, legislative).
In questo modo si vuole realizzare un sistema:
  • modulare che demanderà a regole specifiche per ogni CRADLE SPACE le complessità normative e di business model,
  • che traccia ogni transazione, permettendo quindi di dare informazioni di tracciabilità e di generare, analisi specifiche e opportuni indici di circolarità,
  • che permette di implementare delle regole di MARKET PLACE differenziate.
  • che permette la creazione dinamica di nuovi Cradle Space.

Il progetto IPSE PARSIT è realizzato da una partnership pensata ad hoc:

  • UNIDATA: nel progetto si occuperà del coordinamento del progetto, e nello specifico delle attività relative alle infrastrutture IoT e di TLC, ai devices, alle piattaforme di back-end per la raccolta/invio dei dati dei devices.
  • Paoletti Ecologia: opera nel settore dell’igiene ambientale ed urbana, del trasporto e smaltimento dei rifiuti. Il contributo al progetto può essere ricondotto a tre punti fondamentali (1) profonda conoscenza ed esperienza nel settore della gestione del rifiuto e della relativa regolamentazione, (2) conoscenza del segmento di mercato e degli attori che ne popolano lo scenario, (3) disponibilità di risorse, tecniche e umane, idonee alla sperimentazione del progetto.
  • 5EMME Informatica: esperto nella system integration, partner strategico nell’implementazione di piattaforme. Si occuperà delle piattaforme Publish-Subscribe di back end, e della gestione degli Analytics per i BIG DATA, oltre che dell’integrazione SW e MW.
  • CNIT: Organismo di Ricerca che svilupperà il know how su tutti e tre i livelli, contribuendo alla parte IoT, all’ottimizzazione dei servizi di back-end e alla user experience dei livelli applicativi operativi.

Il progetto ha ricevuto un cofinanziamento dalla Regione Lazio sotto il POR FESR per un importo pari a 418.602,34 Euro.