Il nostro impegno in ottica ESG: facciamo business nel modo giusto

Fin dalla nostra fondazione, nel 1985, ci siamo sempre impegnati per fare business nella maniera corretta. Spesso, però, il modo giusto non è il più facile, e questo ci rende fieri di dove siamo arrivati e ci permette di guardare con orgoglio alle decisioni che abbiamo preso negli anni.

Creiamo valore per i nostri stakeholder.

I nostri obiettivi in chiave ESG

Governance

  • Gender Equality

  • Sustainable Cities and Communities

  • Decent Work and Economic Growth

  • Partnerships for the Goals

  • Affordable and Clean Energy

  • Responsible Consumption and Production

  • Industry, Innovation and Infrastructure

Ambientali

  • Sustainable Cities and Communities

  • Climate Action

  • Responsible Consumption and Production

  • Affordable and Clean Energy

Sociali

  • Gender Equality

  • Decent Work and Economic Growth

Responsabilità sociale d’impresa: Unidata è in prima linea

Abbiamo scelto di perseguire con convinzione e serietà quelle attività e quegli impegni che riconducono alla sigla ESG: Environmental, Social, Governance. Siamo consapevoli dell’importante ruolo che giochiamo, in qualità di provider di servizi internet. La transizione digitale rappresenta una grande promessa per l’effettiva realizzazione dell’Agenda Digitale 2030 in ambiti diversi: dalla promozione della salute, all’istruzione, fino alla decarbonizzazione dei sistemi economici e all’effettiva messa in pratica di modelli di produzione e di consumo circolari.

È il giusto investimento che vogliamo fare su noi stessi: la sostenibilità è un nostro valore.

Crediamo che un’azienda maggiormente ESG-oriented sia una realtà più solida e di maggiore valore, anche nel medio e nel lungo periodo. Vogliamo rendere Unidata un attore importante e di primo piano nella collettività in cui operiamo e opereremo in futuro.

La gestione dell’impatto ambientale

La fibra ottica è l’unico mezzo di trasmissione dati realmente sostenibile e amico dell’ambiente. Le reti costituite da parti in rame, infatti, contribuiscono in modo significativamente maggiore alle emissioni da fonti fossili rispetto a quelle interamente in fibra.

Le infrastrutture al 100% in fibra non richiedono energia quando non sono impiegate nelle trasmissioni. Inoltre, essendo più affidabili necessitano di minor manutenzione, con riduzioni di oltre il 50% di spostamenti di mezzi, materiali e personale operativo. In questo modo, l’impatto ambientale iniziale legato alla posa della fibra è rapidamente azzerato.

Fibra ottica ed eco-sostenibilità ambientale è oggi un binomio che rafforza l’impegno nelle tecnologie e nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni globali di gas serra.

Ci impegniamo a diffondere la tecnologia green attraverso le nostre infrastrutture proprietarie in fibra ottica.

Chiedici di più

Le nostre attività ESG

Il Bilancio di Sostenibilità

Nel 2020 abbiamo pubblicato per la prima volta il Bilancio di Sostenibilità, come strumento per presentare gli impegni, le strategie, le modalità di gestione organizzativa e i risultati dell’azienda, analizzati da un triplice punto di vista: economico, ambientale e sociale.

Connessione gratuita per le carceri

Abbiamo a cuore le persone della nostra comunità e aiutiamo i detenuti a rimanere in contatto con i familiari, attraverso una connessione internet stabile, veloce, sicura.

Rispetto della parità di genere

Promuoviamo e mettiamo in atto la parità dei sessi: in termini di retribuzione e di trattamento delle competenze. Unidata dice no a qualsiasi tipo di discriminazione di genere: inclusività e rispetto sono i nostri capisaldi.

Sviluppo sostenibile

Investiamo in infrastrutture adatte e nell’innovazione: sono due aspetti cruciali per garantire uno sviluppo nel pieno rispetto dell’ambiente.

Energia rinnovabile

Abbiamo ridotto le emissioni di CO₂ utilizzando energia green per il nostro Data Center. Acquistiamo l’energia da produttori sostenibili e, in parte, la autoproduciamo attraverso il nostro sistema di pannelli fotovoltaici posizionati a copertura dei parcheggi esterni della società.

Plastic Free

Dal 2020 abbiamo abbracciato la filosofia Plastic Free in azienda: ci impegniamo nella lotta alla plastica monouso, modificando i packaging e impiegando materiali più sostenibili.

Ricerca e sviluppo: i nostri progetti

Siamo capofila in tre progetti di ricerca e sviluppo per bandi emessi dalla Regione Lazio nell’ambito del POR-FESR 2014-2020.

Inoltre, siamo partner del progetto ELEGANT (Secure and Seamless Edge-to-cloud Analytics), che fa parte del programma europeo di HORIZON 2020. Questo progetto propone un nuovo paradigma di unificazione del software per Big Data e IoT, consentendo l’interoperabilità senza soluzione di continuità attraverso l’orchestrazione globale del movimento dinamico del codice, l’uso efficiente delle risorse disponibili e le caratteristiche di sicurezza adattive.

AMORE

Advanced Manufacturing e Microelettronica per Ottimizzare le Reti wireless delle cose

Si tratta di un progetto di ricerca e sviluppo in ambito IoT e Big Data per la realizzazione e ottimizzazione di una rete dedicata agli oggetti smart. Il progetto è co-finanziato dalla Regione Lazio con le risorse del POR FESR 2014-2020 (finanziamento pari a €437.596).

AMORE mira al riposizionamento competitivo dei piccoli e medi ISP laziali, trasformandoli da operatori delle persone a operatori delle cose. Investiamo nella creazione di un’innovativa rete IoT LPWA LoRa per gestire in maniera ottimale decine di milioni di device nella stessa area urbana.

Gli obiettivi principali sono la progettazione, lo sviluppo, la messa in campo e la validazione in scenari applicativi industriali di una rete wireless IoT Low Power Wide Area (LPWA) LoRa laziale.

Per raggiungere questi scopi, il progetto si concentra su quattro aree specifiche di ricerca e sviluppo:

  • Microelettronica per End Device: un System On Module controllato da una macchina a stati finiti, per massimizzare dinamicamente le performance radio.
  • Controllo e gestione della rete, mediante lo sviluppo di un network controller e dei relativi algoritmi di scheduling atti a coordinare e ottimizzare l’accesso tra le stazioni gateway (radiobase). Ciò consente di sfruttare la distribuzione spaziale degli oggetti e minimizzare l’interferenza tra trasmissioni simultanee e includere constraint temporali per applicazioni time-critical.
  • Big Data Real-Time Analytics, per la profilazione e l’analisi comportamentale scalabile dei dispositivi distribuiti sull’intero territorio laziale e il rilevamento di anomalie e cyber-attacchi emergenti di tipo DDOS.
  • Data Forwarding, mediante lo sviluppo di un modulo network server altamente scalabile per la gestione dei gateway, l’analisi e il filtraggio delle unità dati in transito; la gestione degli aspetti crittografici e protocollari relativi alla sicurezza, e il supporto di scenari multi-tenant di connettività verso server di terze parti e fornitura di funzionalità a valore aggiunto.

E non finisce qui. A queste pratiche tecniche si affiancano:

  • Attività di analisi di scenari applicativi e casi d’uso, e relativa identificazione di requisiti.
  • Specifiche e progettazione dell’architettura del sistema.
  • Sviluppo dei componenti software e hardware, e integrazione degli algoritmi di controllo avanzati.
  • Dimostrazione in campo del sistema integrato e applicazione a scenari rappresentativi, tra cui Smart Metering energetico e profilatura e ottimizzazione dei consumi per green economy.

IPSE PARSIT

IoT Publish Subscribe Environment – Per la gestione Avanzata di Riciclo, Smaltimento, Informazioni ai cittadini e Tracciabilità

Si tratta di un progetto di ricerca e sviluppo in ambito IoT e Big Data per la realizzazione di un sistema innovativo di Publish Subscribe nel settore dell’Economia Circolare, applicato alla raccolta di rifiuti e al terzo settore. Il progetto è co-finanziato dalla Regione Lazio con le risorse del POR FESR 2014-2020 (finanziamento pari a €418.602,34).

IPSE PARSIT ha come scopo la realizzazione di una piattaforma tecnologica digitale per servizi e device LPWA, per ottenere il controllo ottimale dei processi propri dell’economia circolare.

L’intento è promuovere un market place che stimoli la nascita di nuovi modelli di business e che permetta la tracciabilità e la misurazione del livello di circolarità di un prodotto. La piattaforma viene utilizzata in scenari concreti, quali la raccolta dei rifiuti e le donazioni caritatevoli.

Alla base ci sono il servizio Publish Subscribe e il concetto architetturale di uno spazio che abbiamo chiamato Cradle Space (dal contesto Cradle To Cradle).

L’obiettivo principale è realizzare un sistema:

  • Modulare, che demandi a regole specifiche per ogni Cradle Space le complessità normative e di business model.
  • Che monitori ogni transazione, permettendo quindi di dare informazioni di tracciabilità e di generare analisi specifiche e opportuni indici di circolarità.
  • Che permetta di implementare delle regole di market place differenziate.
  • Che consenta la creazione dinamica di nuovi Cradle Space.

E quali sono, invece, i vantaggi del progetto?

  • Meccanismo nella filiera di Publish Subscribe in grado di generare un market place.
  • Meccanismo implementabile tramite micro-servizi elementari a cui si possono associare transazioni, transizioni, tracciabilità, monetizzazioni nella catena del valore, indici di misurabilità.
  • Architettura basata su Cradle Space che permette di gestire tutti i singoli cicli applicando alle transazioni regole omogenee (merceologiche, di monetizzazione, di QoS, legislative).

 I partner del progetto

  1. Unidata

    Ci occupiamo del coordinamento del progetto, delle attività relative alle infrastrutture IoT e di TLC, ai device, alle piattaforme di back-end per la raccolta e invio dei dati.

  2. Paoletti Ecologia

    Opera nel settore dell’igiene ambientale e urbana, del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti. La profonda conoscenza ed esperienza nel settore della gestione del rifiuto e della relativa regolamentazione, la conoscenza del segmento di mercato e degli attori che ne popolano lo scenario e la disponibilità di risorse, tecniche e umane, idonee alla sperimentazione del progetto rendono di primo piano il ruolo di Paoletti Ecologia nel progetto.

  3. 5EMME Informatica

    Esperto nella System Integration, è un partner strategico nell’implementazione di piattaforme. Si occupa delle piattaforme Publish-Subscribe di back end e della gestione degli Analytics per i Big Data, oltre che dell’integrazione SW e MW.

  4. CNIT

    Organismo di Ricerca che contribuisce alla parte IoT, all’ottimizzazione dei servizi di back-end e alla User Experience dei livelli applicativi operativi, sviluppando il know how su tutti e tre i livelli.

FRAGILI

Progetto finanziato da POR FESR LAZIO 2014-2020 (finanziamento pari a €336.356,04). AVVISO PUBBLICO PROGETTI STRATEGICI Asse I Ricerca e Innovazione Azione 1.1.4 Sostegno alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi.

Per la realizzazione di questo progetto collaboriamo con il CNR (Consiglio Nazionale per la Ricerca).

Entro il 2045, la percentuale di anziani in Italia salirà al 32%. Siamo uno dei Paesi più longevi al mondo! È importante, dunque, anche prendersi cura, non solo curare.

Per sostenere il SSN nel lungo periodo e garantire standard di qualità, le soluzioni sono la telemedicina e le tecnologie abilitanti: spostare i dati, non i pazienti.

Il progetto, definito come Teleassistenza secondo la nomenclatura delle linee di indirizzo nazionali per la telemedicina, prevede un sistema di supporto domotico per le persone fragili.

Gli obiettivi:

  • Ridurre l’isolamento sociale della persona fragile.
  • Estendere il supporto delle cooperative di servizi sociali anche al di fuori di quello in presenza.
  • Prevenire cadute e lesioni da pressione.
  • Prevenire il ricovero urgente per patologie trattabili al domicilio, se diagnosticate precocemente.
  • Controllare la qualità dell’assistenza fornita al paziente da caregiver, in termini di igiene personale e ambientale, livello di comfort del domicilio, areazione.
  • Sperimentare e dimostrare la possibilità di realizzare un sistema di supporto al soggetto fragile economicamente sostenibile dalla persona, dai servizi socio sanitari e/o dai familiari del paziente.

Gli strumenti:

  • Dispositivi ambientali IoT con tecnologia LoRaWAN® per monitorare la qualità dell’aria (COx, VoC), i parametri ambientali, le aperture di porte e finestre, e per localizzare i pazienti deambulanti con compromissione delle funzioni cognitive.
  • Dispositivi di monitoraggio contactless del paziente in grado di registrare la presenza nel letto, la frequenza cardiaca e quella respiratoria, l’HRV, il movimento e la tipologia e la qualità del sonno.
  • Sistema di Big Data e Analytics per lo studio di modelli operativi (allarmi, precursori, Anomaly Detection, indicatori di QoS).
  • Sistema Cloud aaS per la centrale operativa e l’integrazione eventuale con la medicina e i servizi CAD territoriali.

Sei un ente o un’associazione, stai lavorando a un progetto e vuoi coinvolgerci?

Mettiti in contatto con il nostro team di Ricerca e Sviluppo.

Scrivici 800 609 000

Rimaniamo in contatto